L'Editoriale

Mercoledì 23 Maggio 2018

Forever

Memoria di ferro? Ci vuole il Rosmarino!

Diversi studi, pubblicati in letteratura scientifica e indicizzati su PubMed, suggeriscono che il Rosmarino è efficace nei deficit cognitivi e nel migliorare la memoria, sia a breve che a lungo-termine.

Memoria di ferro? Ci vuole il rosmarino!

L’efficacia è dovuta all’azione dei diterpeni rosmarinici nel bloccare la degradazione dell’acetilcolina, prezioso neurotrasmettitore.

F. Michele Panunzio

F. Michele Panunzio

Biografia:

La prevenzione nutrizionale è la più potente medicina, ma non ama la solitudine. Ancelle le sono tutte le altre discipline mediche. Si accontenta di stare in disparte, ma in cuor suo sa di essere la padrona di casa per accogliere tutti. Non è esclusiva, né ha la puzza sotto il naso. Amo la prevenzione nutrizionale, fu amore a prima vista. Scelsi di fare il medico-igienista, ma anche di laurearmi in nutrizione umana, connubio perfetto per la mia professione. La collettività e l’individuo, il gruppo ed il singolo, i sani ed i malati, la prevenzione nutrizionale è per tutti ed è per sempre. Rispondo alle vostre domande, inviatele a: redazione@ilmattinodifoggia.it

tutti i post dell'autore

Calendario dei post

Il Rosmarino migliora i ricordi. Questo è quanto emerge da uno studio condotto dall’equipe di Mark Moss, del Dipartimento di psicologia della Northumbria University britannica, e pubblicato in letteratura scientifica [1]. Di tale proprietà ne erano convinti anche nell’antica Grecia, tanto che gli studiosi dell'epoca erano soliti mettere delle corone di rosmarino intorno alla fronte per migliorare la memoria. Una reputazione che ha fatto guadagnare al rosmarino un posto privilegiato tra le piante nuziali tradizionali utilizzate per il bouquet, la corona ed il vestito della sposa; agli invitati, invece, venivano consegnati alcuni rametti da indossare per ricordare l'occasione ed al vino degli sposi era aggiunto del rosmarino per aiutare a ricordare i loro voti sacri. 

Shakespeare fa dire ad Ofelia nell’Amleto “Ecco del rosmarino, questo è per il ricordo” (Amleto, Atto 4, scena 5, 1603). Sir Thomas More (1478-1535), cinquant’anni prima scriveva: “Per quanto riguarda il rosmarino, l’ho fatto piantare tutt'intorno alle mura del mio giardino non solo perchè le api lo amano, ma perchè è un'erba sacra alla memoria e pertanto all'amicizia.” Molto tempo fa, era consuetudine per la sposa e lo sposo piantare il rosmarino vicino alla soglia di casa nel giorno del matrimonio. Tuttavia, il vecchio detto "dove il rosmarino fiorì, ha governato la donna", ha spinto alcuni mariti a strappare l’arbusto dal terreno, così che nessuno pensasse che non fossero in grado di comandare in famiglia. Ed è forse per questo motivo che l’uso sponsale del rosmarino decadde definitivamente verso la fine del XV secolo.

Il Rosmarino, dal latino “ros maris”, che significa "rugiada del mare" è riferito molto probabilmente al fatto di crescere spontaneo sulle dune prospicienti il mare.  Dal punto di vista della ricerca scientifica, recentemente alcuni ricercatori hanno trovato che alcune sostanze fitochimiche del rosmarino impediscono il degrado dell'acetilcolina, importante neurotrasmettitore la cui carenza è comune nei pazienti con Alzheimer. Ma andiamo con ordine. Il Rosmarino, “Rosmarinus officinalis L.”, della famiglia delle Lamiaceae, è una delle piante perenni più famose coltivate in tutto il mondo. Sia le foglie fresche che secche sono state utilizzate per il loro caratteristico aroma nella cottura alimentare o consumate in piccola quantità come tè alle erbe, mentre gli estratti di rosmarino vengono abitualmente impiegati come antiossidanti naturali per migliorare la durata di conservazione degli alimenti deperibili. A tal proposito, l'Unione europea ha approvato l'estratto di rosmarino (E392) come antiossidante naturale sicuro ed efficace per la conservazione degli alimenti [2].  La pianta è anche nota per essere impiegata in medicina tradizionale in molti paesi lontani dalla nativa regione del mediterraneo dove cresce spontaneamente. Gli usi farmacologici validati del rosmarino sono: antibatterici [3], anticiclasici [4, 5], antidiabetici [6], antiinfiammatori e antinocicettivi [7-9], antiossidanti [6-10], antitrombotici [11] [12, 13], miglioramento dei deficit cognitivi [14], antidiuretici [15] ed epatoprotettivi [16, 17]. L’altro maggior utilizzo del rosmarino è nell’industria dei profumi, dove gli oli essenziali sono impiegati quali ingredienti naturali delle fragranze. Gli usi culinari, farmacologici e aromatici del rosmarino sono attribuiti all’ampia gamma dei componenti chimici conosciuti come metaboliti secondari vegetali.  Di questi ultimi, un gruppo è costituito dai composti aromatici di piccole molecole chiamati oli essenziali che svolgono un ruolo fondamentale nella profumazione e nelle proprietà culinarie del rosmarino.  Gli oli essenziali di rosmarino rappresentati principalmente da 1,8-cineole, αlfa-pinene, camphene, αlfa-terpineolo e borneolo [18, 19] sono anche responsabili di vari effetti farmacologici antiossidanti [9] e antimicrobici [3 , 20-26], proprietà note per molti oli essenziali, così come per altri effetti, incluse le attività anticarcinogeniche [27].  L'altro gruppo di metaboliti secondari del rosmarino sono composti polifenolici compresi i flavonoidi (ad esempio: homoplantaginina, cirsimaritina, genkwanina, gallocatechina, nepetrina, esperidina e derivati ​​del luteolino) ed i derivati ​​dell'acido fenolico (ad esempio acido rosmarinico) [28-30].  Di gran lunga il più importante gruppo dei composti rosmarinici, che nel corso degli ultimi anni ha attirato maggiormente l’attenzione è quello della classe dei diterpeni polifenolici.  E proprio ai diterpeni rosmarini è stata data particolare enfasi circa il potenziale terapeutico per la malattia di Alzheimer (AD).  Numerosi studi hanno dimostrato che i sintomi clinici dell'AD sono associati alla perdita dei neuroni colinergici indotti da tossici quali: l’amiloide beta, ai radicali liberi, alle cascate infiammatorie ed ai meccanismi di eccitotossicità.  Una delle maggiori criticità per la patologia AD è riferita alla regione basale del lobo frontale cerebrale, dalla quale originano i neuroni cervicali corticali. Infatti, la perdita di neuroni in questa regione è stata correlata con il grado e la gravità dei sintomi clinici dell’Alzheimer [31]. Ad oggi, la manciata di farmaci disponibili per trattare AD sono gli inibitori dell'acetilcolinesterasi (ACHE) (ad esempio: rivastigmina, galantamina, tacrina e donepezil) e gli antagonisti del recettore N-metil-daspartato (memantina), che hanno qualche beneficio nell’alleviare i sintomi clinici dell’Alzheimer [32].  La cura per l'Alzheimer non è tuttavia ancora oggi disponibile e la ricerca di nuovi farmaci da fonti naturali potrebbe essere considerata una strategia importante per il futuro controllo della malattia. Un gruppo di composti di interesse sono i diterpeni rosmarini, per il loro potenziale terapeutico per l'Alzheimer.  

Il rosmarino possiede attività farmacologiche più efficaci tra le piante medicinali della famiglia Lamiaceae. La sua capacità antiossidante è legata alla presenza di antiossidanti come l’acido carnosico, il carnosolo, il rosmanolo, l’isorosmanolo e l’epirosmanolo [33].  La composizione esatta e la quantità di vari componenti antiossidanti dipendono dall’arbusto, dalla sua varietà [34], dalla crescita vegetale [35], dalle regioni geografiche di crescita [36], dal grado di maturità, dalle condizioni climatiche e dalle variazioni stagionali [37].  del Bano et al. [35] hanno valutato che il più alto tasso di accumulo di antiossidanti nel rosmarino era correlato con le fasi iniziali dello sviluppo della pianta. L'attività antiossidante degli estratti di rosmarino dipende per la grande parte dalla loro composizione fenolica.  Gli antiossidanti vengono generalmente isolati utilizzando vari metodi di estrazione con differenti condizioni e sistemi di solvente, utilizzando solventi lipidici (es. Esano) e solventi acquosi (es. Etanolo, metanolo e acqua) per l'estrazione classica.  Gli estratti antiossidanti da piante medicinali più utilizzati in Europa sono quelli del rosmarino perchè i più efficaci. Possono essere utilizzati come antiossidanti lipidici e chelanti dei metalli e sono in grado di neutralizzare i radicali liberi.

Bibliografia

1 . Moss M, Cook J, Wesnes K, Duckett P. Aromas of rosemary and lavender essential oils differentially affect cognition and mood in healthy adults. Int J Neurosci. 2003 Jan;113(1):15-38.

2 . Food Standards Agency, “Current EU approved additives and their E Numbers,” https://www.food.gov.uk/science/additives/ enumberlist. 

3 . B. Bozin, N. Mimica-Dukic, I. Samojlik, and E. Jovin, “Antimicrobial and antioxidant properties of rosemary and sage (Rosmarinus officinalis L. and Salvia officinalis L., Lamiaceae) essential oils,” Journal of Agricultural and Food Chemistry, vol. 55, no. 19, pp. 7879–7885, 2007. 

4 .  S. Cheung and J. Tai, “Anti-proliferative and antioxidant properties of rosemary Rosmarinus officinalis,” Oncology Reports, vol. 17, no. 6, pp. 1525–1531, 2007. 

5 .  O. Yesil-Celiktas, C. Sevimli, E. Bedir, and F. Vardar-Sukan, “Inhibitory effects of rosemary extracts, carnosic acid and rosmarinic acid on the growth of various human cancer cell lines,” Plant Foods for Human Nutrition, vol. 65, no. 2, pp. 158– 163, 2010. 

6 . T. Bakirel, U. Bakirel, O. U. Keles ¨ ¸, S. G. Ulgen, and H. Yardibi, ¨ “In vivo assessment of antidiabetic and antioxidant activities of rosemary (Rosmarinus officinalis) in alloxan-diabetic rabbits,” Journal of Ethnopharmacology, vol. 116, no. 1, pp. 64–73, 2008. 

7 . M. E. Gonzalez-Trujano, E. I. Pe ´ na, A. L. Mart ˜ ´ınez et al., “Evaluation of the antinociceptive effect of Rosmarinus officinalis L. using three different experimental models in rodents,” Journal of Ethnopharmacology, vol. 111, no. 3, pp. 476–482, 2007. 

8 . G. A. Nogueira de Melo, R. Grespan, J. P. Fonseca et al., “Rosmarinus officinalis L. essential oil inhibits in vivo and in vitro leukocyte migration,” Journal of Medicinal Food, vol. 14, no. 9, pp. 944–949, 2011. 

9 . M. Estevez, R. Ram ´ ´ırez, S. Ventanas, and R. Cava, “Sage and rosemary essential oils versus BHT for the inhibition of lipid oxidative reactions in liver patˆ e,” ´ LWT—Food Science and Technology, vol. 40, no. 1, pp. 58–65, 2007. 

10 . P.-F. Laura, M. T. Garzon, and M. Vicente, “Relationship ´ between the antioxidant capacity and effect of rosemary (Rosmarinus officinalis L.) polyphenols on membrane phospholipid order,” Journal of Agricultural and Food Chemistry, vol. 58, no. 1, pp. 161–171, 2010. 

11 . J. Yamamoto, K. Yamada, A. Naemura, T. Yamashita, and R. Arai, “Testing various herbs for antithrombotic effect,” Nutrition, vol. 21, no. 5, pp. 580–587, 2005. 

12 .I. Gulc ¨ ¸in, O. I. K ¨ ufrevio ¨ glu, M. Oktay, and M. E. B ˇ uy¨ ukokuro ¨ glu, ˇ “Antioxidant, antimicrobial, antiulcer and analgesic activities of nettle (Urtica dioica L.),” Journal of Ethnopharmacology, vol. 90, no. 2-3, pp. 205–215, 2004. 

13 . P. Correa Dias, M. A. Foglio, A. Possenti, and J. E. De Carvalho, ˆ “Antiulcerogenic activity of crude hydroalcoholic extract of Rosmarinus officinalis L.,” Journal of Ethnopharmacology, vol. 69, no. 1, pp. 57–62, 2000. 

14 . D. O. Kennedy and A. B. Scholey, “The psychopharmacology of European herbs with cognition-enhancing properties,” Current Pharmaceutical Design, vol. 12, no. 35, pp. 4613–4623, 2006. 

15 . M. Haloui, L. Louedec, J.-B. Michel, and B. Lyoussi, “Experimental diuretic effects of Rosmarinus officinalis and Centaurium erythraea,” Journal of Ethnopharmacology, vol. 71, no. 3, pp. 465– 472, 2000. 

16 . K. G. E.-D. Abdel-Wahhab, K. A. El-Shamy, N. A. E.-Z. El-Beih, F. A. Morcy, and F. A. E. Mannaa, “Protective effect of a natural herb (Rosmarinus officinalis) against hepatotoxicity in male albino rats,” Comunicata Scientiae, vol. 2, no. 1, pp. 9–17, 2011.

17 . J. I. Sotelo-Felix, D. Martinez-Fong, and P. M. De la Torre, “Pro- ´ tective effect of carnosol on CCl4-induced acute liver damage in rats,” European Journal of Gastroenterology & Hepatology, vol. 14, no. 9, pp. 1001–1006, 2002. 

18 . A. C. Atti-Santos, M. Rossato, G. F. Pauletti et al., “Physicochemical evaluation of Rosmarinus officinalis L. essential oils,” Brazilian Archives of Biology and Technology, vol. 48, no. 6, pp. 1035–1039, 2005. 

19 . O. Touafek, A. Nacer, A. Kabouche et al., “Chemical composition of the essential oil of Rosmarinus officinalis cultived in the Algerian Sahara,” Chemistry of Natural Compounds, vol. 40, no. 1, pp. 28–29, 2004. 

20 . L. Valgimigli, Essential Oils As Natural Food Additives: Composition, Applications, Antioxidant and Antimicrobial Properties, Nova Science Publishers, New York, NY, USA, 2012. 

21 . S. Djeddi, N. Bouchenah, I. Settar, and H. D. Skaltsa, “Composition and antimicrobial activity of the essential oil of Rosmarinus officinalis from Algeria,” Chemistry of Natural Compounds, vol. 43, no. 4, pp. 487–490, 2007. 

22 . S. I. Dimitrijevic, K. R. Mihajlovski, D. G. Antonovi ´ c, M. R. ´ Milanovic-Stevanovi ´ c, and D. ´ Z. Mijin, “A study of the syner- ˇ gistic antilisterial effects of a sub-lethal dose of lactic acid and essential oils from Thymus vulgaris L., Rosmarinus officinalis L. and Origanum vulgare L.,” Food Chemistry, vol. 104, no. 2, pp. 774–782, 2007. 

23 . L. Gachkar, D. Yadegari, M. B. Rezaei, M. Taghizadeh, S. A. Astaneh, and I. Rasooli, “Chemical and biological characteristics of Cuminum cyminum and Rosmarinus officinalis essential oils,” Food Chemistry, vol. 102, no. 3, pp. 898–904, 2007. 

24 . E. Issabeagloo, P. Kermanizadeh, and R. T. Forughi, “Antimicrobial effects of rosemary (Rosmarinus officinalis L.) essential oil against Staphylococcus spp.,” African Journal of Microbiology Research, vol. 6, no. 23, pp. 5039–5042, 2012. 

25 . M. Ojeda-Sana, C. M. van Baren, M. A. Elechosa, M. A. Juarez, and S. Moreno, “New insights into antibacterial and ´ antioxidant activities of rosemary essential oils and their main components,” Food Control, vol. 31, no. 1, pp. 189–195, 2013. 

26 . Y. Zaouali, T. Bouzaine, and M. Boussaid, “Essential oils composition in two Rosmarinus officinalis L. varieties and incidence for antimicrobial and antioxidant activities,” Food and Chemical Toxicology, vol. 48, no. 11, pp. 3144–3152, 2010. 

27 .] K. C. Bas¸er and G. Buchbauer, Handbook of Essential Oils: Science, Technology, and Applications, CRC Press, Taylor & Francis Group, New York, NY, USA, 2010. 

28 . N. Bai, K. He, M. Roller et al., “Flavonoids and phenolic compounds from Rosmarinus officinalis,” Journal of Agricultural and Food Chemistry, vol. 58, no. 9, pp. 5363–5367, 2010. 

29 . M. J. Del Bano, J. Lorente, J. Castillo et al., “Flavonoid distribu- ˜ tion during the development of leaves, flowers, stems, and roots of Rosmarinus officinalis. Postulation of a biosynthetic pathway,” Journal of Agricultural and Food Chemistry, vol. 52, no. 16, pp. 4987–4992, 2004. 

30 .] N. Okamura, H. Haraguchi, K. Hashimoto, and A. Yagi, “Flavonoids in Rosmarinus officinalis leaves,” Phytochemistry, vol. 37, no. 5, pp. 1463–1466, 1994. 

31 . P. J. Whitehouse, D. L. Price, R. G. Struble, A. W. Clark, J. T. Coyle, and M. R. DeLong, “Alzheimer’s disease and senile dementia: loss of neurons in the basal forebrain,” Science, vol. 215, no. 4537, pp. 1237–1239, 1982. 

32 . R. Raschetti, E. Albanese, N. Vanacore, and M. Maggini, “Cholinesterase inhibitors in mild cognitive impairment: a systematic review of randomised trials,” PLoS Medicine, vol. 4, no. 11, pp. 1818–1828, 2007.

33 . Wellwood, C. R. L., & Cole, R. A. (2004). Relevance of carnosic acid concentrations to the selection of rosemary, Rosmarinus officinalis (L.), accessions for optimization of antioxidant yield. Journal of Agricultural and Food Chemistry, 52, 6101–6107.

34 . Stefanovits-Banyai, E., Tulok, M. H., Hegedus, A., et al. (2003). Antioxidant effect of various rosemary (Rosmarinus officinalis L.) clones. Acta Biologica Szegediensis, 47, 111–113.

35 . del Bano, M. J., Lorente, J., Castillo, J., Benavente-Garcı´a, O., del Rı´o, J. A., Ortun˜o, A., et al. (2003). Phenolic diterpenes, flavones, and rosmarinic acid distribution during the development of leaves, flowers, stems, and roots of Rosmarinus officinalis. Antioxidant activity. Journal of Agricultural and Food Chemistry, 51, 4247–4253.

36 . Yesil-Celiktas, O., Girgin, G., Orhan, H., Wichers, H. J., Bedir, E., & Vardar-Sukan, F. (2007). Screening of free radical scavenging capacity and antioxidant activities of Rosmarinus officinalis extracts with focus on location and harvesting times. European Food Research and Technology, 224, 443–451.

37 . Papageorgiou, V., Gardeli, C., Mallouchos, A., Papaioannou, M., & Komaitis, M. (2008). Variation of the chemical profile and antioxidant behavior of Rosmarinus officinalis L and Salvia fruticosa Miller grown in Greece. Journal of Agricultural and Food Chemistry, 56, 7254–7264.

Il Castello Edizioni

Follia d'amore

Prezzo di vendita 20,00

Follia d'amore

di Francesca Sivo

In che modo bisogna amare? Perché mai l’essere umano è spinto ad andare alla ricerca di una passione erotica che gli provoca sofferenza e che la ragione, invece, senza appello condanna?

 
Le storie dei SIAN

Prezzo di vendita 15,00

Le storie dei SIAN

di AA.VV.

Interviste ai direttori del Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione a margine del III Seminario Nazionale "Integrazione tra sicurezza alimentare e nutrizionale" (Foggia, 5-7 maggio 2016)

 
Antiquam exquirite matrem

Prezzo di vendita 25,00

Antiquam exquirite matrem

di AA.VV.

Da subito best-seller, alla pari del suo modello, l’Eneide si fa modello essa stessa, entrando nell’immaginario culturale e offrendosi quale inesauribile forziere di esemplarità, analogie, metafore, sentenze. Evidentemente, appartiene al ‘tesoro’ che ne deriva il titolo di questo nostro libro: antiquam exquirite matrem. L’emistichio è, notoriamente, stralciato dal comando del Timbreo a «cercar l’antica madre»: male inteso, l’oracolo fuorvia i Troiani, sicché, la trama che avrebbe potuto / dovuto essere svanisce a causa di (o semmai grazie a) questo fraintendimento, che genera errores e, con gli errores, la ‘vera’ storia del viaggio di Enea. Per altri versi, questa frase ci è parsa emblematica un po’ del lavoro esegetico, che ora spiega, ora tradisce il testo; un po’ di quello degli imitatori, che intendendo o fraintendendo, fanno comunque un testo nuovo.

 
Presenze del classico tra Tarda Antichità e Medioevo

Prezzo di vendita 25,00

Presenze del classico tra Tarda Antichità e Medioevo

di Marisa Squillante

Nel volume rifluiscono sette studi che indagano testi legati da un comune filo conduttore, costituito dalla riflessione sul massiccio riuso del classico operato, in modalità differenti, dai secoli della tarda antichità e dell’alto Medioevo.

 
Aspetti della Fortuna dell'Antico nella Cultura Europea

Prezzo di vendita 20,00

Aspetti della Fortuna dell'Antico nella Cultura Europea

di Sergio Audano - Giovanni Cipriani (a cura di)

Si avverte oggi il bisogno urgente di una concreta proposta culturale, etica, politica che contribuisca a ricostruire il tessuto connettivo di una società troppo sfilacciata e angosciata. Può questo volume offrire un contributo in questa direzione? È un tentativo. Ogni momento di crisi apre grandi interrogativi che coinvolgono in radice l’esistenza umana, nelle sue problematiche e nelle sue dinamiche: vale, quindi, la pena intensificare il dialogo tra noi, che viviamo questa fase complessa del XXI secolo, e la civiltà antica attraverso le tante mediazioni ed esperienze che sono state elaborate nel corso del tempo.

 
Multas per gentes: il confronto con l'altro

Prezzo di vendita 20,00

Multas per gentes: il confronto con l'altro

di AA.VV.

«A molti, individui o popoli, può accadere di ritenere, più o meno consapevolmente, che “ogni straniero è nemico”. Per lo più questa convinzione giace in fondo agli animi come una infezione latente; [...] quando questo avviene, [...] allora, al termine della catena, sta il Lager» (Primo Levi, Se questo è un uomo, 1947).

 
Salvatore Tatarella

Prezzo di vendita 15,00

Salvatore Tatarella

di Natale Labia

«Salvatore, mio fratello, la parte migliore di me, il superamento di me stesso, è sindaco di Cerignola» Pinuccio Tatarella (Cerignola 10.12.1993)

 
Passando di là, gettate un fiore

Prezzo di vendita 15,00

Passando di là, gettate un fiore

di G. Cipriani - A. Tedeschi - V. Vescera

In occasione del I°‭ ‬Centenario della Prima Guerra Mondiale si è voluto recuperare un episodio bellico che ne ha segnato l’incipit‭, ‬all’alba del 24‭ ‬maggio 1915‭: ‬l’affondamento‭, ‬al largo di Vieste‭, ‬del cacciatorpediniere‭ ‬‘Turbine’‭ ‬da parte dell’incrociatore austriaco Helgoland‭. 

 
Il ruolo della Scuola nella tradizione dei classici latini

Prezzo di vendita 40,00

Il ruolo della Scuola nella tradizione dei classici latini

di AA.VV.

Non si può non convenire sul fatto che l’analisi del Fortleben dei classici nel loro impiego scolastico costituisce una ulteriore occasione di riflessione sulla capacità impressionante degli antichi di precorrere i tempi anche in una sfera nevralgica e quanto mai attuale come quella didattica.

 
Sono solo uno che fa click

Prezzo di vendita 35,00

Sono solo uno che fa click

di Michele Sepalone

Un fotoracconto di Foggia, dei suoi cittadini e dei momenti salienti che la città ha vissuto negli ultimi anni. Dai paesaggi di rara bellezza, all'impegno civico, al mondo della cultura e del teatro, Sepalone racconta attraverso i suoi scatti cos'è Foggia attraverso le sue infinite sfaccettature

 
In nome dell'olio italiano

Prezzo di vendita 25,00

In nome dell'olio italiano

di Colomba Mongiello

Un prodotto agroalimentare assolutamente tipico dell'Italia: l'olio. Una parlamentare appassionata e caparbia: Colomba Mongiello. 5 anni di lavoro per una giusta causa: tutelare la qualità e l'identità dell'extravergine made in Italy.

 
Premio Lupo 2016 - Sezione pittura

Prezzo di vendita 25,00

Premio Lupo 2016 - Sezione pittura

di AA. VV.

«L’arte è capace di esprimere e rendere visibile il bisogno dell’uomo di andare oltre ciò che si vede, manifesta la sete e la ricerca dell’infinito. Anzi, è come una porta aperta verso l’infinito, verso una bellezza e una verità che vanno al di là del quotidiano. E un’opera d’arte può aprire gli occhi della mente e del cuore, sospingendoci verso l’alto». (Papa Benedetto XVI)

 
In nome dell'olio italiano

Prezzo di vendita 25,00

In nome dell'olio italiano

di Colomba Mongiello

 
Virgilio sul set

Prezzo di vendita 20,00

Virgilio sul set

di Andrea Musio

Se un classico si riconosce - come affermava Calvino - anche perché «non ha mai finito di dire quel che ha da dire», cosa avviene quando il classico più vitale e rappresentativo della latinità incontra il linguaggio contemporaneo più diffuso e prolifico? Quali sono gli avvincenti processi di riscrittura intervenuti fra i versi virgiliani e la loro trasposizione sul grande schermo? 

 
Il carme su San Michele Arcangelo di Flodoardo di Reims

Prezzo di vendita 20,00

Il carme su San Michele Arcangelo di Flodoardo di Reims

di Francesca Sivo


Il poeta francese condensa gli elementi più significativi della leggenda micaelica di matrice garganica, seguendo l’ordine in cui essa viene narrata nel cosiddetto "Liber de apparitione sancti Michaelis in monte Gargano": l’anonima operetta agiografica che, narrando soprattutto le manifestazioni dell’Arcangelo sul promontorio dauno, rappresenta la leggenda di fondazione del più antico dei luoghi alti dell’Occidente europeo a lui dedicati

 
Foggiani

Prezzo di vendita 15,00

Foggiani

di Gioacchino Rosa Rosa

«Quando un cambiamento avviene in un modo sufficientemente lento, sfugge alla coscienza e non suscita  nella maggior parte dei casi alcuna reazione, alcuna opposizione, alcuna rivolta». Olivier Clerc, "Storia di una ranocchia"

 
Forever 2018

Prezzo di vendita 20,00

Forever 2018

di Michele F. Panunzio


«La prevenzione nutrizionale è la più potente medicina, ma non ama la solitudine; ancelle le sono tutte le altre discipline mediche. Si accontenta di stare in disparte, ma in cuor suo sa di essere la padrona di casa per accogliere tutti. Non è esclusiva, né ha la puzza sotto il naso. La collettività e l’individuo, il gruppo e il singolo, i sani e i malati, la prevenzione nutrizionale è per tutti ed è per sempre»

 
Un invito, poi un viaggio

Prezzo di vendita 15,00

Un invito, poi un viaggio

di Alessia Roberta Scopece

Quattro ragazzi che insieme, con i loro strumenti, hanno suonato in tre continenti e condiviso il palcoscenico con alcune delle più famose band mondiali riescono a portare oltre 200 giovani in Terra Santa. Otto giorni di meraviglia, amicizia e nuove consapevolezze trascorsi in uno dei luoghi più ricchi di Storia del pianeta vengono raccontati con ironia e profondità riflessiva nelle pagine di questa graphic novel.

 
Il lumicino della Speranza

Prezzo di vendita 12,00

Il lumicino della Speranza

di Piero Cicolella

La storia d’amore tra Mattia e Carol è sconvolta da un evento lieto ma allo stesso tempo tragico, che ne cambierà radicalmente la vita sentimentale. Solo grazie alla forza della speranza e al loro grande amore i due protagonisti riusciranno ad affrontare e superare le avversità della vita.

 
Il Foggia del '76

Prezzo di vendita 15,00

Il Foggia del '76

di Giuseppe Baldassarre - Domenico Carella

«Di quel campionato vinto dal Foggia di Balestri ricordo due promettenti giovani della primavera: Corrado Tamalio, lanciato in casa contro la Reggiana, che fece esplodere lo Zaccheria con un gol superbo all’esordio, e Moreno Grilli, che firmò a La Favorita il gol che valse l’1-1 contro il Palermo. Due ragazzi, Tamalio e Grilli, che Roberto Balestri aveva allevato con la mollichella al Florio, centro di allenamento della formazione Primavera. Entrambi hanno fatto una buona carriera e io li ricordo con molto affetto».

 

 
TraPassato&Presente

Prezzo di vendita 35,00

TraPassato&Presente

di AA.VV.

Le diverse forme intellettuali della cultura moderna sono debitrici verso la grande esperienza della civiltà antica. Eppure, il modello culturale a centralità umanistica viene ripetutamente esposto al rischio di essere emarginato dalla scuola, poi dall’università, e infine dalla coscienza comune della nazione.

 

Prezzo di vendita 20,00

Aspetti della Fortuna dell'Antico nella Cultura Europea

di AA.VV.

Si avverte oggi il bisogno urgente di una concreta proposta culturale, etica, politica che contribuisca a ricostruire il tessuto connettivo di una società troppo sfilacciata e angosciata. Può questo volume offrire un contributo in questa direzione? È un tentativo. Ogni momento di crisi apre grandi interrogativi che coinvolgono in radice l’esistenza umana, nelle sue problematiche e nelle sue dinamiche: vale, quindi, la pena intensificare il dialogo tra noi, che viviamo questa fase complessa del XXI secolo, e la civiltà antica attraverso le tante mediazioni ed esperienze che sono state elaborate nel corso del tempo.

 
Premio Lupo 2015

Prezzo di vendita 20,00

Premio Lupo 2015

di AA. VV.

Il concorso letterario “Premio Lupo” nasce nel 2006 su iniziativa dell’Amministrazione comunale di Roseto Valfortore (FG), quando, al fine di generare novelle da utilizzarsi per la realizzazione di cortometraggi, si ritenne di promuovere un concorso letterario. Perché “Premio Lupo”? Si è voluto intestare il concorso al lupo, abitante supremo, austero e intelligente di questo territorio, in ragione di una comunanza rappresentativa delle diverse realtà presenti sui Monti Dauni (30 comuni).

 
Il figlio di NessuNo

Prezzo di vendita 20,00

Il figlio di NessuNo

di Gino, Paolo e Vittorio Frattulino

Mino Capocollo nel momento della morte del padre Amleto viene a conoscenza di un terribile segreto: coloro che credeva i suoi genitori in realtà sono dei perfetti estranei

 
Aspetti della Fortuna dell'Antico nella Cultura Europea

Prezzo di vendita 25,00

Aspetti della Fortuna dell'Antico nella Cultura Europea

di AA.VV.

Si avverte oggi il bisogno urgente di una concreta proposta culturale, etica, politica che contribuisca a ricostruire il tessuto connettivo di una società troppo sfilacciata e angosciata. Può questo volume offrire un contributo in questa direzione? È un tentativo. Ogni momento di crisi apre grandi interrogativi che coinvolgono in radice l’esistenza umana, nelle sue problematiche e nelle sue dinamiche: vale, quindi, la pena intensificare il dialogo tra noi, che viviamo questa fase complessa del XXI secolo, e la civiltà antica attraverso le tante mediazioni ed esperienze che sono state elaborate nel corso del tempo.

 
Premio Lupo 2015 - Sezione Pittura

Prezzo di vendita 25,00

Premio Lupo 2015 - Sezione Pittura

di AA.VV.

La pittura, in tutte le sue espressioni, rappresenta il linguaggio comune di tutte le arti attraverso il tempo della creatività umana. Se osserviamo i grandi capolavori, ci rendiamo conto che in essi troviamo tante suggestioni, emozioni, ricordi, nonché un forte senso di compattezza, una costante circolazione di idee sempre innovative e una enorme quantità di modelli figurativi...

 
Verba puerpera

Prezzo di vendita 20,00

Verba puerpera

di Giovanni Cipriani

 


L’inventario delle situazioni che controllano il momento del parto in Roma antica si sostanzia in uno stupefacente deposito di superstizioni e di ricette, in cui la magia spadroneggia con i suoi principi di carattere analogico e simpatetico e di cui il folklore locale conserva vivida traccia; non mancano altresì le specifiche ‘parole del parto’, connotate - ieri come oggi - da un sofferto intreccio di paura e di fede, com’è naturale nei delicati ‘riti di passaggio’.

 
VelEni

Prezzo di vendita 13,00

VelEni

di Fabio Amendolara

Poteri forti, fortissimi, che muovono soldi, faccendieri e barbe finte, che decidono le sorti energetiche ed economiche del Paese, e che hanno potere di vita e di morte. Un intrigo tutto italiano che ha sullo sfondo l’ombra della mafia siciliana. Personaggi di primo piano della Prima Repubblica, rimasti più o meno nascosti, muovono le pedine su uno scacchiere alla cui base ci sono potere e petrolio; figure importanti, poi annoverate tra i martiri dello Stato, mostrano un’altra faccia e intellettuali considerati tutti d’un pezzo si lasciano condizionare da un padrone o dal denaro. Un testimone importante viene ignorato, con molta probabilità conosceva una parte della storia che è rimasta segreta e che forse lo rimarrà per sempre.

 
FOREVER

Prezzo di vendita 15,00

FOREVER

di Michele Panunzio

Questo libro è il frutto di un serio corteggiamento: tra Michele Panunzio, l'autore, e i suoi tantissimi e attentissimi lettori che ogni domenica mattina lo aspettano al varco di internet per leggere un suo nuovo post del blog "Forever" che tiene su "Il Mattino di Foggia"

 
Non domini nostri sed duces

Prezzo di vendita 20,00

Non domini nostri sed duces

di Andrea Musio - Tiziana Ragno - Antonella Tedeschi

«I rapporti di forza tra antico e moderno sembrano pendere in favore della modernità o, per meglio dire, della sua capacità di rifarsi ai modelli modificandone contenuti e connotati. Il presente, insomma, condiziona – è ovvio – la percezione del passato. E, questo, anche in vista della costruzione di identità e immaginari comuni: il ricorso a paradigmi già noti garantisce – o, dovremmo dire, dovrebbe garantire – che si realizzi un’immagine coerente e condivisa dell’attualità. 

 
Rico Garofalo, una vita per la musica

Prezzo di vendita 20,00

Rico Garofalo, una vita per la musica

di Marcello e Riccardo Garofalo

 


«Il suo rapporto con il piano era una straordinaria relazione d’amore: nelle mani del Maestro il piano subiva una trasfigurazione figurale, da oggetto inanimato ad essere vivente, da strumento musicale a confidente, ad interlocutore, testimone attento delle sue ricerche continue per ottenere brillanti esecuzioni».

Gaetano Zenga

 
Son'io, Marina

Prezzo di vendita 15,00

Son'io, Marina

di Michele Sisbarra

Marina aveva sempre concepito la vita come un frammento di concretezza nell’immaterialità del nulla. Sì, il nulla, quello che la precede e che sarà dopo di lei, dopo ognuno di noi. Un peso che inconsapevolmente si portava dietro da troppo tempo

 
Maria, la canzone triste

Prezzo di vendita 10,00

Maria, la canzone triste

di Sofia Pia Annarelli

 «Maria, la canzone triste sviluppa, senza lamentosi pietismi, la vicenda di Maria, orfana di una giovane coppia morta durante la strage di Capaci, rimasta segnata nel fisico e nell’animo, e della sua crescita verso una sofferta consapevolezza di sé. Quello che sorprende è il modo con cui Sofia Pia Annarelli modula lo stile con l’alternare vari piani narrativi e registri stilistici e con un’attenta contestualizzazione della storia» (Mariolina Cicerale).

 
Ciccio Patino

Prezzo di vendita 20,00

Ciccio Patino

di Domenico Carella

Patino era un’ala di quelle di un tempo mai passato di moda che vivevano ai confini del rettangolo; quasi una sorta di reclusi dentro una striscia piccolissima di campo, per preparare poi gli scatti, i dribbling e gli allunghi, i cross per le teste dorate di Nocera e Oltramari, di Matteo Rinaldi che avanzava ad ogni calcio d’angolo come gli capitò di fare, tra l’incredulità collettiva, a Firenze nel debutto assoluto in serie A, segnando un gol che ammutolì lo stadio.

 
I racconti del cortile

Prezzo di vendita 15,00

I racconti del cortile

di Alberto Mangano

 Quanto tempo abbiamo trascorso sotto casa, chi in un cortile, chi in mezzo alla strada! Quante giornate ci son sembrate noiose perché esattamente l’una uguale all’altra! Eppure proprio quelle giornate sono risultate fondamentali per la nostra crescita, quella che ci ha permesso di arrivare ad essere come quegli adulti che allora osservavamo con distacco e ammirazione al tempo stesso.

 
Vernacolo in musica 2

Prezzo di vendita 25,00

Vernacolo in musica 2

di Alfredo Amatruda - Sereno Labbozzetta

Questo secondo volume di raccolta di canzoni in dialetto foggiano completa il primo "Vernacolo in Musica" e ha ancora una volta il merito di mettere in mostra pregevoli testi dei poeti dialettali Marisa Amatruda, Osvaldo Anzivino, Alfredo Ciannameo, Giuseppe Esposto, Raffaele Lepore, Urbano Marano, Guido Mucelli, Raffaele Pagliara, Ottavio De Stefano, Amelia Rabbaglietti, Raffaele Ventura, nonché - oltre ovviamente a Sereno Labbozzetta e Alfredo Amatruda - i compositori Ferdinando e Rico Garofalo e la stessa Mariateresa Labbozzetta. Un vero patrimonio culturale che abbraccia ormai un secolo e che va aggiornato e rivalutato.

 
Premio Lupo 2016

Prezzo di vendita 20,00

Premio Lupo 2016

di AA.VV.

Quattro parole, “Facciamo un concorso letterario”. La sfida era stata aperta. “Lo chiameremo “Premio Lupo” - dissi, in onore del nostro territorio che, per similitudine, ha visto nello scorso secolo una netta diminuzione della presenza dei suoi abitanti e del braccato animale, migrati a fiotti altrove. Eravamo tutti perplessi e non solo per il nome del concorso... Ma per sfida o per incoscienza intraprendemmo un percorso che, pur essendo molto impegnativo, è ricco di grandi soddisfazioni. Seminare su terreno incolto è sempre impresa ardua, ne sanno qualcosa i nostri contadini, ma a volte loro stessi, scarpe grosse e cervello fino, ci hanno dimostrato di saper ottenere, da incolti e pascoli, grandi risultati. Tanto sta avvenendo per il progetto “Premio Lupo”. Impensabile concepire nel lontano 2006 il ‘raccolto’ del 2016...

 
Donne di carta

Prezzo di vendita 18,00

Donne di carta

di Mara Cinquepalmi

 
Processo farsa: un'invenzione di Terenzio e Molière

Prezzo di vendita 15,00

Processo farsa: un'invenzione di Terenzio e Molière

di Antonella Tedeschi

L’indagine relativa agli aspetti strutturali, linguistici e tematici delle sezioni della fabula terenziana, che maggiormente hanno influenzato la stesura di Molière, gettano luce sulla fucina dove ha lavorato il commediografo francese, che sapientemente ha adattato molteplici elementi e ha ‘confuso’ echi antichi e moderni, dotandoli di stilemi comici personalissimi.

 
I miti dei mitici alunni della I D

Prezzo di vendita 15,00

I miti dei mitici alunni della I D

di AA.VV.

«So che ogni interpretazione impoverisce il mito e lo soffoca: coi miti non bisogna aver fretta; è meglio lasciarli depositare nella memoria, fermarsi a meditare su ogni dettaglio, ragionarci sopra senza uscire dal loro linguaggio d’immagini. La lezione che possiamo trarre da un mito sta nella letteralità del racconto, non in ciò che vi aggiungiamo noi dal di fuori».

Italo Calvino