I libri che liberano le tue emozioni

Best Sellers

A San Severo dal 18 al 20 settembre

"EAT - Emozioni dell'Alto Tavoliere", due concerti in programma domani

Seconda giornata della manifestazione organizzata dal Gal Daunia Rurale contraddistinta da due appuntamenti musicali

"EAT - Emozioni dell'Alto Tavoliere", due concerti in programma domani

Gli Heimarmenè in concerto

In piazza Cavallotti si esibiranno i fratelli Livio e Manfredi Arminio e gli Heimarmenè

Ad aprire i concerti in programma nel ricco cartellone di “EAT – Emozioni dell'Alto Tavoliere”, l'evento organizzato dal Gal Daunia Rurale, nei prossimi 18, 19 e 20 settembre a San Severo, ci saranno Livio e Manfredi Arminio.

Sul palco di piazza Cavallotti, alle 20.00 di sabato 19 settembre, i due fratelli di origine irpina, inaugureranno la sezione dedicata ai suoni dell'Alto Tavoliere, con un repertorio prevalentemente legato a Matteo Salvatore, l'indimenticato compositore e cantante di musica popolare di Apricena, di cui quest'anno ricorre il decimo anniversario della scomparsa.

Per il loro debutto a San Severo, Livio e Manfredi Arminio trarranno ed eseguiranno dalla loro ricerca musicale anche brani di Otello Profazio, Enantino, oltre a pezzi composti da loro, selezionati da un nuovo progetto musicale in corso di incisione.

“Quello che ci interessa di più – ha commentato Livio Arminio – è raccontare la nostra terra, il Sud, con necessario distacco e ironia. I brani del nostro prossimo album che presenteremo in occasione di EAT, sono composti sia in dialetto che in italiano e raccontano la realtà odierna dei nostri paesi, la vita sospesa dei ragazzi e delle ragazze del Sud”. “Raccontare la dimensione dei piccoli centri – ha concluso l'artista - è per noi una chiave di lettura e di descrizione del mondo”. 

Dopo i fratelli “Livio e Manfredi Arminio” con il loro omaggio a Matteo Salvatore, si esibiranno gli “Heimarmenè”, il gruppo di musica etnica e popolare di Lesina, che da un paio di anni sta riscuotendo un notevole successo di pubblico.

I componenti del gruppo, pur provenendo da diverse esperienze musicali, hanno messo insieme la passione comune per la musica popolare e hanno iniziato un percorso di ricerca sonora, che partendo dai classici del repertorio pugliese e napoletano, li rilegge con un nuovo sound, sperimentando anche l'introduzione di inflessioni psichedeliche.

Non solo pizziche e tammurriate nel repertorio degli “Heimarmenè”, ma anche ad esempio una versione raffinata di “Creuza de ma” di Fabrizio de Andrè tradotta nel dialetto lesinese, in cui la famosa ballata del cantautore ligure assume i tratti e l'atmosfera della laguna di Lesina.

In occasione di “EAT” gli Heimarmenè torneranno a San Severo per ritrovare il loro pubblico a partire dalle 21.30, nella piazza che ospiterà anche la mostra mercato dei prodotti tipici con le 14 aziende espositrici della Rete Daunia Rurale .

Per conoscere il programma completo e i focus su tutti gli appuntamenti della manifestazione, è possibile il sito http://emozionialtotavoliere.wordpress.com e la pagina facebook del Gal.